Migliore pubblicità: aspettando il 2013

Torniamo a parlare di pubblicità, di quella buona questa volta.
I premi sono molti ed in Italia il più conosciuto è il Grandprix Advertising Strategy. In attesa, a breve, dell’edizione 2013 sono andato a ripescare i vincitori del 2012 e sebbene le pubblicità italiane non siano sempre all’altezza di quelle “straniere” è interessante riguardare una pubblicità, ancora oggi, trasmessa dalle nostre emittenti nazionali. La pubblicità in questione è il primo ingresso di rilievo della nota azienda VIGORPLANT, al quale ho aggiunto qualche mia modesta osservazione.

Il nome dietro alla campagna pubblicitaria è quello di Armando Testa, che davvero non ha bisogno di nessuna presentazione (per i più giovani e neofiti dell’advertising possono trovare migliaia di informazioni sulla rete).

Il video della Campagna VigorPlant, scelto per l’occasione, è quello che racconta il “dietro le quinte” e la necessità di accostare ad una “campagna pubblicitaria tradizionale” canali e strategie di marketing più “moderni” (viral+call to action).

Scheda Campagna pubblicitaria

Strategie:

Canale Advertising “tradizionale” (televisione) + web (youtube) + Social Network (Facebook)

Tone of Voice:

Irriverente e scherzoso, ma con gusto

Claim:

La vita delle piante è più dura di quella che sembra

serve a rendere più “umane le piante” con lo scopo di creare un legame emotivo maggiore; tutti gli oggetti e gli animali “antropomorfizzati” ricevono molte più attenzione rispetto agli oggetti lontani dalla quotidianità delle relazioni umane.

Call to Action:

“Fronte di Liberazione delle Piante”

che diventa “viral” in tempi brevi e con un (in)sperato successo.

Chicche:

1- la contestualizzazione temporale della pubblicità è stata rinforzata mostrando, in un passaggio, il nuovo controller “move” della playstation 3, tale scelta aiuta la pubblicità ad essere “attuale”. Nel futuro però la stessa pubblicità potrebbe perdere efficacia comunicativa, poiché quando la playstation 3 sarà sorpassata da nuove tecnologie potrebbe crearsi un collegamento mentale che indurrà a pensare che anche il prodotto Vigor Plant è stato superato nel tempo (“fa parte del passato”);

2- la scelta di coprire le nudità del testimonial con le piante è un escamotage famoso al pubblico e già ampiamente utilizzato in moltissimi film comici, commedie e video musicali;

3- “non lasciate le piante da sole” è uno degli altri messaggi sottintesi nella pubblicità, da cui la scelta di mostrare la vita di un single e non di una famiglia.

__

Camil de Plume

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...